martedì 20 ottobre 2009

O me o la musica!



Un ragazzo suona benissimo la tromba insieme alla sua band a una festa di matrimonio, di colpo irrompe la sposa, i due si riconoscono, stavano insieme tempo fa... oggi lui suona alla sua festa, un po’ meno festa: immaginiamoci lei che va dal fresco maritino a chiedere “chi diavolo ha chiamato QUELLA band?”.
Questo spot, vecchio e meraviglioso, deve andare in onda tutti i giorni su tutte le reti prima dei tg di qualsiasi ora. Serve da monito a tutte, e direi anche a tutti...
Quello che mi fa impazzire, è che lei rosica da morire, in un attimo capisce tutto: è lei che ha sbagliato a lasciarlo con quel diktat “o me o la musica” e si è appena sposata un imbecille che non verrà mai ammirato da nessuno, si è sposata uno che magari le farà fare due settimane a Cortina d’inverno, e un mese in Turchia sul caicco d’estate, contenta? E poi niente, il vuoto pneumatico. Invece lei ora guarda quello che avrebbe potuto essere il suo ragazzo (lui non l’avrebbe mai sposata “non ce ne è bisogno per due come noi”), un uomo libero che si guadagna il pane suonando, ogni giorno diverso dall’altro, che può tornare a casa o meglio rimanerci parecchio e prepararti la cena magari con una notizia pazzesca di lavoro da darti appena entri o magari un po’ triste sul sofa, la tromba sul tappeto. Con lui la tua vita sarebbe stata forse molto meno comoda ma non avresti avuto quella faccia non solo al tuo matrimonio ma tutta la vita. Forse ora hai una creditcard illimitata, quella di tuo marito, ma francamente non vedo che puoi farci di VERO. Pensaci meglio... dopo il divorzio, tra tre anni.
Lui invece è felice, perché ha capito in un attimo da quale guaio si è tolto, ha visto che futuro avrebbe avuto con quella al fianco, e ci suona sopra! Oltre al fatto che proprio a quel matrimonio, facendo la fila per andare in bagno, troverà la donna della sua vita!

PS: amici della Mastercard, rimettetela in onda, tutte le altre che avete provato a rifare sulla falsariga non reggono al confronto... e voi lo sapete benissimo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Meglio il marito sposo nella pubblicità (quello da vacanza a Cortina e Turchia), oppure il suonatore, senz'altro più smart?

Donne, prendete anche in considerazione la terza ipotesi: né l'uno né altro; per il resto c'è MASTERCARD (la propria...)!

Ciao stefania

Emanuele ha detto...

Bellissimo spot!