lunedì 23 febbraio 2009

Premio Oscar I remember


Non faccio commenti sul premio Oscar di quest’anno, tanto in un modo o nell’altro mi piacciono sempre! Ma se è vero che per i ragazzi degli anni 60 dire “un film di 30 anni fa” equivaleva a parlare di roba con John Wayne in bianco e nero, oggi dirlo vuol dire pensare a “The Blues Brothers” che, incredibile ma vero, è del 1979! Già lo è!
E allora, visto che parliamo di un film che non ha nulla di vecchio, vi dico cosa era successo ai premi Oscar della nostra adolescenza proprio 30 anni fa, 9 aprile 1979. Serata condotta da Johnny Carson, il principe dei conduttori televisivi dal Dorothy Chandler Pavillon di Los Angeles (e non dal più squinzio Kodak Theatre!).
Miglior film Il cacciatore, regia di Michael Cimino, pensando anche che gli altri candidati erano Il paradiso può attendere e Fuga di Mezzanotte.
L’oscar per la migliore regia, lo vinse Cimino contro Woody Allen, Warren Beatty e Alan Parker. Miglior attore protagonista lo vinse Jon Voight per Tornando a casa contro Robert De Niro e Laurence Olivier! Migliore attrice Jane Fonda contro Ingrid Bergman!
Migliore attrice protagonista vinto da Maggie Smith che la vedeva contro Meryl Streep.
Candidato alla migliore sceneggiatura originale c’era Neil Simon per California Suite, così...
L’Oscar per il miglior film straniero lo vinse un film francese, ma era candidato I nuovi mostri, dei nostri Monicelli, Risi e Scola!
La migliore colonna sonora originale se la prese Giorgio Moroder per Fuga di mezzanotte contro John Williams per Superman, era brutta?
Il miglior cortometraggio era diretto da tale Taylor Hackford, che poi se permettete ha diretto Ufficiale e Gentiluomo...
Insomma ieri sera tutto sommato non ci siamo persi niente, se non lo sguardo di un’adorante Robin Wright Penn nei confronti di suo marito Sean. Lo sguardo di una donna che vorrei avere addosso ogni mattino della mia vita...

1 commento:

Cristina ha detto...

Chissà tra trent'anni qualcuno dirà le cose che hai detto tu...bah!! forse hai ragione..