lunedì 9 febbraio 2009

Ex!


Non bisogna litigare con gli ex, questa è la prima regola perché sono le persone che meglio ti conoscono: per quale motivo, dopo che uno ha avuto una storia d’amore, con tutto quel che ne consegue e soprattutto con una condivisione d’intimità, quindi una violazione della privacy senza precedenti, deve dire addio in tutto e per tutto all’altra metà di questa condivisione? La mia donna mi ha visto in tutti gli stati, allegro, depresso, stravolto, euforico, in mutande ma anche in smoking, a pranzo dai suoceri, a cena dalle zie, ma come si fa a dover annullare tutto questo a non ricordarsi più di cosa si è condiviso? Quando un amore finisce bisognerebbe fare un lordo e un netto, un calcolo della tara, cosa rimane di un amore? Rimangono delle cose che c’erano a prescindere dal sentimento. Non c’era una lira? Siamo andati in banca a chiedere un prestito... C’era un problema di lavoro grosso? Abbiamo sperato insieme... C’è stato un lutto? Insieme ci siamo consolati...
Senza parlare del figlio di mezzo, rimani incinta, fai le visite, le ecografie, la scelta dei nomi, prendi la clinica, prenota, poi quello nasce, tutti i vestitini, più grandi se no poi cresce, e alla fine ci regalassero mai un vestitino giusto, sta sempre con le cose più grosse addosso ‘sto ragazzino (tanto poi cresce!), poi il bimbo in effetti cresce, mandalo a scuola, privata o pubblica, litiga su tutto, i compagni di classe, i professori, il motorino, la macchina, i primi amori, i primi guai, i pianti, le risate, poi magari lui si sposa e i genitori che fanno? Si lasciano! E tutta questa confidenza acquisita che fine fa? Una riga sul foglio del giudice? Ma siamo matti? E dopo che facciamo? Si ricomincia con un'altra, più giovane magari, che non capisce niente, e si ricomincia tutto da capo? Va bene! Ok, però io NON voglio litigare con la mia ex che mi conosce come le mie tasche, e soprattutto con la prima delle ex che, vi ricordo, più passa il tempo e più diventa importante proprio per un fatto cronologico...
Concludendo: quando si litiga, il che è lecito, bisogna far passare un po’ di tempo e attraverso il setaccio della tara, si opera in modo tale che rimangano solo i bei ricordi e al macero quelli brutti, un distillato di prima qualità che invariabilmente ci salverà contro il logorio della vita moderna! No, non è uno spot, è un claim, uno slogan, fatemelo dire. EX: la mia migliore amica!

2 commenti:

Maria ha detto...

anche per questo ti adoro!!!

Anonimo ha detto...

riccardo sei grande...mi faresti da psicologo?
DANI