mercoledì 28 aprile 2010

Non c'è niente da fare


E arriva anche quel momento in cui pensi che non c’è niente da fare. Che è andata così... e che vuoi farci? Niente. Bisogna arrendersi all’evidenza dei fatti. Le cose non sono andate così come ti aspettavi. O meglio sarebbe dire, come speravi. Ti sei dato da fare, hai fatto tutto per bene, hai brigato, hai faticato, hai pensato a tutto quello che poteva succedere, hai pensato alle contromosse, non è servito a niente, è andato tutto storto. E l’aspetto da accettare è che non c’è niente da fare. È andata così. E basta.
Può succedere con tutto, attenzione, mica solo con il lavoro, può succedere con una vacanza, con tuo figlio a scuola, con una donna, con l’alimentari, con un ristorante, con un amico, col ferramenta, con la profumeria, insomma con tutte le cose dietro le quali c’è un’altra persona. Quando non sei tu a decidere, ma chi emette la sentenza, colui che regalerà il sorriso della vittoria o la pena della sconfitta. E quando succede questo non c’è proprio niente da fare. E l’unica cosa da pensare, quando sei sicuro di aver fatto tutto quello che potevi umanamente, è questa: passerà.

PS: ma che c'entra Reasons degli Earth Wind & Fire? Niente, stava bene sotto...

7 commenti:

Mara ha detto...

non te la prendere ma a leggere questo post con questa colonna sonora di sottofondo sembra di essere catapultati in un sceneggiato di "sex and the city" con Sarah Jessica Parker a scrivere... (spero la cosa non ti offenda....)
Cmq la musica ci sta proprio bene.... sembra fatto apposta, ma letto in assoluto silenzio, credimi, era..... come dire?.... perfetto? Si.... assolutamente!

Ric ha detto...

Io credo infatti che mi sia venuto proprio per il pezzo degli Earth!

zooey ha detto...

passerà e arriverà anche di meglio. Anche se adesso non ci credi

Attilio ha detto...

A volte però - e questo accade molto spesso - è il Fato, il cieco Destino (figlio del Caos e della Notte)che ci mette lo zampino, al quale nessuno, nemmeno gli Dei, possono sottrarsi e di cui persino Giove non ne è che un mero esecutore.
Diceva Virgilio: " Desine fata deum flecti sperare precando", che è come dire "arrenditi a quello che accade, è impossibile contrastare la volontà Divina" !

flo ha detto...

è verissimo, passerà. e in effetti tutte le volte passa, ma... spesso dipende da quanto davvero vogliamo che passi.

Francesco falvo D'Urso ha detto...

Forse non era il momento giusto, avrai un'altra opportunità. Sicuramente è servito a qualcosa che ora ti sfugge… chissà pensaci.

Anonimo ha detto...

Bravo Ric, è proprio vero! La cosa più difficile in questi casi è proprio accettare "è andata così. Punto". E smetterla di sbattersi andando avanti e guardando oltre, imparando qualcosa. Un abbraccio! Sei un grande!