martedì 23 giugno 2009

Plastiche 18enni


- A ma’ che per i 18 anni mi regali la plastica al seno?
- Certo, mamma ti porta subito...
Matte! Tutte quante, madre e figlia: io quando avevo 18 anni non sapevo di essere il ragazzo più bello del mondo perché il mio specchio non era quello dell’ascensore o l’obiettivo della macchina fotografica ma l’occhio della ragazza che mi piaceva cui ovviamente io facevo schifo. Tra tutte le mie confidenti, già mille all’epoca, ce ne era una che stava le ore, dico le ore, a sentire tutte le lagne che le facevo:
- Non mi chiama, hai visto come mi risponde, che devo fare, mannaggia adesso che le dico, eccetera...
Mi ascoltava e mi guardava, mi dava dei suggerimenti, mi chiamava in continuazione per sapere come stavo e io ero lì solo a lamentarmi.
Un giorno mi da un foglio di quaderno a grappe, era una lettera per me. Io ho pensato subito: è fatta! Quella che mi piace, sapendo che mi confido con lei le ha dato una lettera per me. Invece no, era lei, proprio l’amica mia, che mi diceva che non sapeva perché ma le piacevo da morire e che lei mi aspettava. Chiarisco subito che era questa la ragazza più carina della classe, e vi posso dire pure che era quella di cui ancora oggi con i compagni di classe dell’epoca, ci ricordiamo come bellissima, e aggiungo che era anche sofisticata e scriveva benissimo. Io che ho fatto? Niente, come uno scemo mi sono spaventato e non le ho più parlato, un cretino!
Queste ragazze che non appena compiono 18 anni, vanno dal mio amico chirurgo Roy De Vita, per chiedere qualche misura in più di seno, o per limare un naso interessante (“guarda che naso, facci caso”) per attirare, eventualmente, lo sguardo del ragazzo più scemo della classe e che non se le fila di pezza, fanno una follia perché non si rendono conto che devono piacere a loro e non al cretino. Io ho rinunciato alla più carina della classe per una che non mi si filava e che mi trattava male. Sarei stato più felice con la mia amica che mi capiva e a cui piacevo per come ero, mi sarei sposato e avrei fatto due figli, Alberto e Elena, stupendi, schicchissimi, che oggi avrebbero 28 anni e che sarebbero diventati avvocati e commercialisti, invece ho scelto la solitudine!
Tra l’altro vi dico anche una cosa, ragazze sceme che vi volete rifare a 18 anni, sappiate che la plastica che vi fate oggi ve la dovrete senz’altro ritoccare, bene che vada tra 20-25 anni, cioè a 38-43 anni, quando avrete l’età di vostra madre oggi, che se non sbaglio si è appena rifatta. Quindi tanto vale aspettare... tanto, credetemi, è un attimo!

PS: nella foto Barbra Streisand

3 commenti:

Sara ha detto...

Secondo me la tua amica, se legge queste righe, ci ripensa! Cavoli, come hai immaginato tutto perfettamente...Alberto, Elena... Bellissimo messaggio, oggi poi, sembra che tutte abbiano l'unica intenzione di piacere agli altri e non pensano che anche rifattissime avranno dei giorni in cui si sentiranno comunque uno schifo. Ciao Ric!

Arianna ha detto...

Sono in australia e fra pochi mesi tornerò a casa, a Milano.
Ti devo ringraziare perchè con questo tuo blog mi stai aiutando a sentirmi più vicina a casa in questo periodo di nostalgia.
Prometto che quando torno ti invito a cena ;-)

modesty ha detto...

...barbra and her nose.
a beautiful beast!
e si sa....alla lunga le beautiful beast non ti stancano mai!

;-)